Colombin segue direttamente tutte le fasi di produzione e commercializzazione, dall’estrazione della materia prima alla vendita del prodotto finito, per garantire su tutti i mercati sui quali opera la massima qualità e il rispetto dell’ambiente, forte anche di un prodotto - il sughero, appunto - al 100% riciclabile.

Il sughero: un patrimonio da preservare.

Originaria dell’Europa sud-occidentale e dell’Africa nord-occidentale, la quercia da sughero può raggiungere un’altezza di circa 20 metri. Il suo tronco, il cui diametro può arrivare fino a 1,5 metri, è caratterizzato dalla tipica corteccia giallo-bruno che, una volta decorticata, si presenta invece di colore rossastro. Le sugherete mediterranee, presenti in un’area molto limitata, sono l’habitat ideale per molte specie rarissime di fauna e di flora e svolgono un ruolo ambientale unico, contrastando la desertificazione ambientale e contribuendo alla fissazione del carbonio (grazie all’assorbimento di più di 14 milioni di tonnellate di C02 ogni anno). Per questo, la continuità del sistema di gestione tradizionale di tali risorse ha avuto un impatto positivo nel sostenere l’ambiente e nel contribuire alla preservazione della biodiversità.
La filiera del sughero è fonte di lavoro per migliaia di persone e rappresenta la più importante attività economica legata alla silvicoltura nelle aree dove questa pianta nasce e si riproduce. La sua estrazione (scortecciatura e decorticazione) è stata per secoli un’attività legata all’esperienza e alla maestria degli scorzini, che ancora utilizzano una tecnica tramandata di padre in figlio.