Laboratorio di Ricerca

La Giunta Regionale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ha riconosciuto il Laboratorio di Ricerca della Colombin & Figlio S.p.A. quale struttura altamente qualificata, pubblicando la delibera n. 605 con cui "si riconosce il laboratorio di ricerca applicata dell'impresa COLOMBIN & FIGLIO SPA quale struttura altamente qualificata nel campo di controllo qualità per la parte meccanica ed organolettica dell'utilizzo dei tappi in sughero, ai sensi e per gli effetti dell'art. 22 comma 2 della legge regionale 47/1978 come da ultimo sostituto dell'art. 9 della legge regionale 26/2005". Questo riconoscimento certifica l'elevata competenza e qualificazione professionale dei laboratori di ricerca in base alla valutazione di alcuni parametri come: 

  • La qualificazione tecnico-scientifica del personale
  • Organizzazione e dotazione di attrezzature
  • Specializzazione per la quale si richiede il riconoscimento
  • Brevetti ottenuti ed eventuali applicazioni industriali
  • Collaborazioni con altri enti di ricerca, quantità e qualità dell'attività svolta
  • Pubblicazioni

Analisi

Colombin si impegna, all'interno del Sistema Qualità, ad effettuare ogni sei mesi le analisi sull'assenza di cessioni sul prodotto finito per quanto riguarda i tappi tecnici, incaricando un laboratorio esterno.

Analisi

Analisi effettuate ogni anno:

  • organolettiche, fisiche e gascromatografiche della merce in accettazione
  • preventive sulla fornitura
  • per la conformità delle chiusure prima della spedizione
  • del profilo interno della bottiglia per suggerimento prodotto
  • su richiesta del cliente
  • collaudo consociate
  • lotti naturali in accettazione

 Laboratori

La superficie dei laboratori è di circa 500 mq: 400 per i laboratori e 100 per servizi e magazzino.

 

Strumenti

La strumentazione di misura è composta da oltre 700 apparecchiature, sia a controllo manuale che robottizzate di precisione.

  • per la determinazione della Solforosa Libera, Combinata e Totale e dell'acidità volatile fissa del vino
  • per analisi fisiche sui tappi
  • per la misurazione del profilo interno delle bottiglie
  • per la determinazione del ritorno elastico delle chiusure
  • per il controllo dell’elasticità e della resistenza dei tappi tecnici
  • per il controllo della tenuta ai liquidi e ai gas delle chiusure
  • per il controllo della forza da applicare per la tappatura e la stappatura delle chiusure
  • per la determinazione del ritorno elastico delle chiusure
  • gascromatografi con rilevatore di massa per la determinazione delle molecole organoletticamente attive nel sughero e nel vino
  • spettrofotometri UV/VIS per la determinazione delle variazioni cromatiche

Tecnologie e processi esclusivi a servizio del cliente

Centrifugazione

La Colombin è a tutt'oggi l’unica azienda al mondo in grado di costruire corpi a distribuzione centrifugata dei granuli, in modo da ottenere una costanza ineguagliabile dei pesi specifici fra un tappo e l’altro (Dev.St. inferiore a 6Kg/m3) e un’elasticità prevalente sul diametro. Il processo consente di produrre tappi agglomerati e micro agglomerati dalle eccellenti proprietà tecniche senza l’utilizzo di additivi di espansione, ma con il solo utilizzo di granuli di sughero ad elevata purezza, legati fra loro in modo irreversibile da elastomeri rispondenti alle norme internazionali per l’utilizzo su prodotti a contatto con alimenti.

Vantaggi unici della centrifugazione:

  • Percentuale di reticolante sempre inferiore al 25% (p/p);
  • sfruttamento dell'intera elasticità naturale del sughero;
  • nessun impiego di espandenti chimici;
  • limitata permeabilità all'ossigeno;
  • eccezionale tenuta alla pressione (oltre i 7 bar)

Trattamento Presteril

Il lavaggio Presteril è stato introdotto da Colombin nel 1994, al fine di ottenere tappi sterilizzati ma senza residui di agenti ossidanti, al fine di prevenire il prematuro invecchiamento del vino, lasciando integro il sughero anche dal punto di vista fisico.
I residui di ossidanti nel tappo sono il frutto non solo di un non corretto utilizzo del perossido di idrogeno nel processo di lavaggio, ma anche della reazione tra i grassi acidi contenuti nel sughero e lo stesso perossido di idrogeno. Il cuore del lavaggio Presteril è proprio l’anticipo di questa reazione stereo-chimica.

Processo ACT

  • Absorption
  • Conditioning
  • Thermoflux

ovvero TCA in lettura capovolta, per sottolineare fin dal nome la finalità del processo. Per capovolgere l’idea sbagliata che il sughero “sa di tappo”.
ACT significa agire. Per raggiungere un indice dell’85% di estrazione nel tappo naturale e del 100% nei birondellati, l’acqua viene assorbita dal tappo (A - Absorption), condizionata (C - Conditioning) al fine di ottenere lo stesso livello di umidità (> 22%) all’interno di tutto il tappo, ed estratta rapidamente attraverso l’applicazione di energia termica (T - Thermal Energy), sotto forma di un getto di aria calda. Il processo è stato brevettato nel 2009 (WO/2010/119462 A1).

Vaporizzazione

È un processo produttivo che avviene all'interno di 2 presse d'acciaio inox AISI 316 per estrarre il TCA dai tappi e dalle rondelle utilizzando il vapore alimentare da 3 a 7 bar.

Grazie alla Vaporizzazione si ottengono i seguenti vantaggi:

  • l'estrazione del TCA è più efficace rispetto al normale processo di bollitura
  • ogni trattamento dura meno con un conseguente risparmio di risorse (acqua ed energia)
  • maggior numero di tappi trattati in ciascun ciclo rispetto alla bollitura
  • la terra e la polvere tipicamente presenti nei pori vengono eliminate

Sceglitrici ponderali

Per controllare e ridurre ai minimi termini le variabili densimetriche sia dei tappi monopezzo che dei multipezzo, abbiamo messo in funzione due sceglitrici ponderali che permettono di pesare singolarmente ogni tappo. Questa lavorazione ci consente di uniformare la funzionalità e le caratteristiche fisiche dei due prodotti ottenendo tappi molto più performanti.
Tutti i tappi scartati, sia leggeri che pesanti, vengono macinati e convertiti in energia termica, impiegata per il riscaldamento dei vari forni utilizzati nella nostra azienda.

Classificazione

I tappi vengono selezionati in base all’estetica tramite lettori optoelettronici automatici che identificano sia la quantità, sia la dimensione dei pori trasversali o verticali, detti canali lenticolari, presenti sulla superficie del tessuto suberoso.
Colombin si è dotata di un'innovativa macchina Azevedos per la scelta optoelettronica di tutte le tipologie di tappo: grazie a sistemi di acquisizione e di elaborazione a matrice delle immagini di ultima generazione con telecamera HD e Laser e software di controllo, cattura gli eventuali difetti presenti sul tappo, compresi quelli critici come macchia gialla, legno, anno secco, culebra, crepe, mina, corona.

Timbratrice Laser

La timbratrice Laser Q-4000 consente la massima personalizzazione di qualunque tappo in sughero, anche in presenza di irregolarità sulla superficie o nella zona di smussatura del tappo; la timbratura in digitale ad alta risoluzione stampa indifferentemente il bianco e nero e tutte le scale di grigio, con un'eccellente saturazione del nero e senza l'impiego di inchiostro.

Camere climatiche

Colombin dispone di 5 camere climatiche costruite interamente con pannelli isolanti in schiuma di poliuretano di tipo frigorifero con uno spessore isolante di 10 cm e rivestite internamente in acciaio inox AISI 316 rispettando i requisiti imposti dalla sicurezza alimentare.
Le 5 camere climatiche si adattano in modo flessibile alla produzione, data la loro caratteristica modulare e riducono il consumo energetico grazie al particolare isolamento termico. Inoltre, dispongono di un sistema perfettamente controllato da PLC sviluppato internamente ed eliminano la condensa di fine ciclo all'interno della camera.

Processo C3

C3 = Colombin Coated Corks

Il tappo viene ricoperto con una soluzione a base acquosa (esente da solventi) che crea, dopo asciugatura mediante aria calda, un reticolo protettivo che funge da ulteriore barriera protettiva per garantire la neutralità del prodotto.
Tutti i componenti del C3 sono autorizzati a essere messi a contatto con derrate alimentari (secondo le regolamentazioni comunitarie e della FDA).